Tornare alla crescita – Perché l’economia italiana è in crisi e cosa fare per rifondarla

di Pierluigi Ciocca

“L’euro non è altro che una moneta, ed è un’ottima moneta. Ha contribuito ad assicurare prezzi stabili e tassi d’interesse bassi. Vi è riuscita perché degna di fiducia, fortemente domandata anche quale valuta di riserva in alternativa al dollaro e alle divise asiatiche. Se l’Italia non avesse aderito alla moneta unica d’Europa, l’economia sarebbe andata ancora peggio. I prezzi e il costo del capitale, più alti, avrebbero provocato rinnovata stagflation. Ma ancor più grave, devastante, sarebbe l’uscita dall’euro. Oltre a inflazione e disoccupazione verrebbe falcidiato per centinaia di miliardi il patrimonio degli italiani, la loro ultima difesa. Una follia!”

“Sul terreno economico nel dibattito sono stati agitati temi irrilevanti ai fini del ritorno alla crescita. Alle banche e all’euro è stato addebitato un freno allo sviluppo dell’economia italiana. Il qualunquismo con cui la colpa è stata attribuita, nell’intento di sottrarre politici e imprese alla loro responsabilità di fronte all’opinione pubblica, è smaccato, stride con la razionalità economica più elementare.”