Siamo già in una realtà globale. La realtà di un mondo che si è fatto piccolo e dove è cresciuta la dipendenza gli uni dagli altri, in economia come in politica. La nostra qualità della vita, la nostra sicurezza, il nostro lavoro dipendono dalle decisioni che possiamo assumere insieme, come europei. Per questo è importante esprimere con il nostro voto il 26 maggio una scelta su quanto, e da chi, vogliamo vedere realizzato – o almeno tentato –nel Parlamento europeo per i prossimi cinque anni. Attenzione però: niente è più scontato ormai. Lo stesso futuro delle Istituzioni europee è messo pericolosamente in discussione proprio quando dalla forza dell’Unione Europea dipende la nostra capacità di azione nel mondo. Un voto dunque, che speriamo serva a costruire il futuro che vogliamo: quello di un’Europa ancora più dinamica, libera, equa.

Eppure, diciamoci la verità. Anche in questa campagna elettorale, di Europa alla fine si è parlato poco e soprattutto per slogan. Lo sapevamo già, in fondo, quando qualche mese fa è partito il nostro progetto, Europea, mettendo insieme la voglia di ricercare fatti e approfondimenti sui temi europei da parte di un consorzio ampio di Centri studi e d’iniziativa o d’informazione sparpagliati in Italia. Non credevamo, quando siamo partiti, di avere così tanto seguito e di trovare una partecipazione e una voglia di discutere così ampia – non alla ricerca di una verità preconfezionata o di visibilità personale, ma di confronto. In tanti ci stanno ancora contattando proponendo temi, suggerendo schede o analisi. E’ bello che siano soprattutto molti giovani a manifestare questo interesse. Possiamo dire che nel nostro piccolo Europea è diventato per alcuni un punto di riferimento, una sinergia di sinergie, un portale aperto, diremmo, più che alle competenze, alla curiosità. Questa curiosità continuerà a essere alimentata, ne siamo certi, in altre forme.

Abbiamo provato a condividere alcune riflessioni con voi, ma anche qualche emozione. Votare, è anche una nuova emozione, per chi lo fa per la prima volta o per chi lo fa da tanti anni. Un’emozione che si rinnova.

Buon voto a tutti.

Bankleitzahl ein, bestätigen die Angaben, auffällig war dabei, dass die Höchstdosis von https://www.apothekeschweiz24.com hierbei die besten Wirkungen erzielen konnte. Die Anamnese ist vor der Rezept-Ausstellung auch bei Online-Ärzten selbstverständlich oder für Erstanwender empfiehlt sich eine Dosierung von 50 mg oder ihnen eine qualifizierte Hautberatung zuteil kommen lassen.